In occasione della Festa dell‘Immacolata, l‘8 e il 9 dicembre gli uffici e gli stabilimenti produttivi rimarranno chiusi

PROGETTAZIONE PANNELLO

1. È possibile progettare pannelli di circuiti stampati uguali: il numero dei pcb presenti su un pannello dipende della tecnologia meccanica di realizzazione scelta e dalla dimensione del PCB.

2. È anche possibile progettare pannelli di circuiti diversi: in tal caso il numero massimo di circuiti diversi per pannello è 5 (cinque).

Nota: in questo caso non sarà possibile produrre singolarment,e anche se in un secondo momento, alcuno dei numerosi circuiti diversi presenti in detto pannello se non riordinandoli come nuovi prodotti e inviando quindi nuovi file.

3. Nella progettazione di un pannello 2 principali requisiti fisici devono essere tenuti a mente, la stabilità meccanica e la robustezza: è da considerare che i pcb devono essere sottoposti a diverse tipologie di movimentazioni oltreché altri processi di montaggio (alcuni di loro sono processi ad alta temperatura), per cui il pannello deve essere costruito per resistere a tutti questi processi (sia in fase di produzione di circuiti stampati che di loro montaggio): è bene notare che la rottura di un pannello porta tipicamente alla inutilizzabilità dei pcb in esso presenti pur se non compromessi singolarmente.

4. Ovviamente anche producibilità del pannello e facilità di montaggio sono caratteristiche importanti della sua progettazione. Layout del pannello difficili da produrre (tanto più quelli impossibili) o che potrebbero creare problemi durante l’assemblaggio, potrebbero essere respinti durante la lavorazione CAD/CAM.

5. Le tecnologie meccaniche che permettono la separazione dei pcb dopo i processi di assemblaggio sono la fresatura con testimoni di rottura, o il V-cut (scoring) o combinazioni di essi.

Nota: in caso di V-cut, la linea di taglio è considerata lungo tutta l’ampiezza del pannello (non sono consentiti salti o interruzioni di lavorazione).

Nota: nel caso di V-cut è da considerare che dopo la separazione dal pannello, i circuito stampati avranno dimensione maggiore rispetto alla distanza effettiva dei tagli. Questo influenzerà le tolleranze dimensionali del singolo pcb.

Nota: sebbene sia possibile utilizzare tecnologia V-cut su PCB di forma non quadrata né rettangolare, in combinazione con tratti fresati con o senza testimoni di rottura, così di ottenere il desiderato PCB, questo obbliga a distanziare i pcb nel pannello così di e permettere il corretto percorso degli utensili di fresatura. Esempio: pannello con una combinazione di V-cut e fresatura.

6. La dimensione massima del pannello è generalmente 250,00 x 350,00mm (9.84" x 13,78"), e, se si utilizza la tecnologia V-cut, è da rispettare una dimensione minima di 100,00 x 100,00mm (4" x 4").

7. Si suggerisce di realizzare il pannello con bandelle di almeno 5mm (0,2") su 2 lati.
Nota: se il pannello è progettato fresato con testimoni di rottura, ulteriore 2,00mm (0,079") sono necessari tra il bordo del pannello e il bordo del circuito per permettere il corretto percorso dell’utensile di fresatura.

Nota: se il pannello è progettato con V-cut multipli (più di una linea di scoring), è obbligatoria una distanza tra due tagli di almeno 3,00mm (0,12").

8. Qualunque tratto conduttivo (traccia di rame e/o fori) deve avere una distanza minima dal del bordo del PCB, sia esso fresato o prodotto con tecnologia V-cut: in questo ultimo caso caso detta distanza minima tra la linea del taglio e l'elemento metallico deve essere 0,4 mm (16mls).

9. Sul pannello vanno inseriti un certo numero di testimoni di rottura (necessari per rendere stabile il pannello stesso): se non presenti, verranno aggiunti durante la lavorazione CAD/CAM. E' da ricordare anche che quando si usano tali particolari, questi devono essere messi in entrambe le direzioni X e Y.

Nota: i testimoni spesso sono realizzati con un fori di rottura (in tal caso chiamati testimoni a francobollo) per ridurre la forza necessaria a depannellizzare i pcb.

Nota importante: per pannelli prodotti con tecnologia di fresatura e testimoni, è suggerita sempre la presenza di una bandella di tenuta al di fuori dei percorsi di fresa per garantire maggiore robustezza del pannello stesso.

10. Fiducials e fori-spina meccanici (utilizzati tipicamente nel processo di assemblaggio o test di schede con componenti SMD) deveno essere inclusi nel disegno del pannello. Alcuni altri fori-spina potrebbero essere aggiunti durante la lavorazione CAD/CAM per necessità produttive.

11. La dimensione minima di un circuito singolo realizzato senza alcun pannello è di 50,00 x 50,00mm (2" x 2") mentre se pannellizzato la dimensione minima del pcb è 5.00x5.00mm (0.2 "x0.2").

12. Se il pannello è realizzato con una sola tipologia di pcb, è gentilmente suggerito di non ruotare né specchiare i pezzi contenuti nel pannello: se tale cosa è necessaria per l'assemblaggio, la stessa deve essere totalmente indicata in un file Gerber specifico comprendente la panellizzazione richiesta o con un disegno meccanico dello stesso: in questo ultimo caso, durante le operazioni di CAD/CAM, la struttura del pannello sarà realizzata seguendo la documentazione inviata o standard interni.

Nota: questo significa che se le caratteristiche di un pannello sono presenti come un disegno meccanico, quindi non inclusi nel file Gerber, detto pannello sarà realizzato durante le operazioni cad/cam ma solo con servizio PcbOndemand. In ogni caso dovrà essere fornito il singolo PCB completo di tutti i dati e un disegno pannello nel formato preferito. La dimensione del pannello, il numero di diversi tipi di circuito e il metodo di separazione dovrà essere indicato nelle specifiche del pannello. In questi casi, se non chiaramente indicato, è a ns discrezione includere o meno dei fiducial a ns standard tipicamente realizzati con diametro di 1,50mm di rame pad (0.060mls), apertura della maschera di solder di larghezza 3,00mm (0,120") e fori spina di diametro 2,1mm (0.083 ") sul bordo del pannello in ciascun angolo.

13. E' suggerito per PCB di piccola dimensione progettare pannelli fresati con testimoni di rottura mantenendo una dimensione del pannello complessiva non troppo piccola aggiungendo di fatto degli sfridi fra i pcb utili ad accrescere la robustezza del pannello stesso: anche lo scoring è una buona soluzione per questo tipo di circuiti stampati (se di forma quadrata o rettangolare), ma con dimensione minima del singolo PCB maggiore di 10 mm (40mil), perché così non fosse potrebbe essere molto difficile depannellizzare i PCB. Se progettato con V-cut, è possibile mettere o meno degli sfridi/bandelle tra i circuiti stampati dipendentemente dalle esigenze.

14. I PCB con profilo circolare sono generalmente prodotti con fresatura e testimoni di rottura. Si consiglia di lasciare un minimo di 10,00mm (0.40") di spazio libero tra i pcb per tutta la loro circonferenza: questo si tradurrà in 6,00 millimetri (0.24") di bandella effettiva dopo la fresatura, il che migliora la stabilità meccanica del pannello. Un minimo di 4 testimoni è poi necessario in tali casi: è suggerito di mettere questi 4 agganci a 45°; pcb di dimensioni maggiori necessitano di un maggior numero di tali testimoni ( posizionati ogni 30° o anche 20° o altro).

15. A causa delle caratteristiche fisiche dei processi di elettroplaccatura ( elettrolisi galvanica), è importante che la distribuzione di rame sul pcb/pannello sia uniforme: griglie di rame o piani di rame devono essere aggiunto tra i PCB o nei bordi del pannello e, in casi particolari, anche all'interno dei circuiti così di uniformare eventuali eccessi di carico. Inoltre la presenza di tali aree di rame diffuso migliora la producibilità del pannello e fornisce una buona stabilità meccanica in quanto riduce la possibilità di imbarcamenti/invergolamenti.

16. Solo con servizio PcbOndemand è possibile (ma assolutamente non consigliato) di progettare pannelli combinando pcb con diverso numero di strati di rame (ovviamente lo spessore totale deve essere uguale per tutti i circuiti stampati). In ogni modo questo può creare un pannello instabile oltrechè estende il prezzo più alto del multistrato a tutti i PCB presenti nel pannello stesso.

17. Se alcuni componenti che devono essere montati sulle schede presentano ingombri esterni alla scheda stessa nell’eventuale pannello sarà da aggiungere del materiale che permetta tale ingombro senza invadere su altri pcb del pannello stesso. Ciò consente di montare tali componenti sul PCB ancora in formato di pannello, riducendo il costo complessivo di assemblaggio.

18. Se alcuni componenti pesanti vengono assemblati sul circuito stampato, l'aggiunta di bandelle di ampiezza maggiore o materiale extra tra i PCB (soprattutto nel caso di pannello fresato con testimoni) aumenterà la stabilità e la robustezza del pannello così di evitarne deformazioni durante il montaggio). In generale in tali casi si suggerisce la realizzaione del pannello con tagli a scoring (V-cut).

Pc Boards CSQPc Boards IPCPc Boards ULPc Boards SofortPc Boards Pay Pal